Categorie
Magazine Uncategorized

Come Riconoscere l’olio extravergine di oliva italiano?

Come riconoscere l’olio extravergine di oliva italiano? Imparare a capire la provenienza geografica dell’olio, nonché le sue caratteristiche organolettiche, non è affatto complicato! Vi forniamo qui qualche indicazione utile per diventare esperti tra le corsie di un supermercato o in gastronomia.

TRA I PIU’ APPREZZATI AL MONDO

L’olio extravergine di oliva 100% italiano è tra i più conosciuti ed apprezzati al mondo. Come per tanti altri ingredienti Made in Italy della Dieta Mediterranea, possiamo identificare le sue origini partendo dall’etichetta.

L’ETICHETTA

L’olio extravergine di oliva italiano deve riportare, secondo norma di legge, delle diciture obbligatorie che servono al consumatore per un acquisto consapevole. Ad esempio nel retro etichetta di tutti i nostri oli è possibile reperire una serie di informazioni come il luogo di produzione ed il luogo di imbottigliamento, il metodo di estrazione, oltre alla dicitura “prodotto italiano”. Queste “semplici” notizie sono per il consumatore una fonte certa di garanzia e tracciabilità dell’olio o delle olive. Addirittura in Italia, chi tende a creare un prodotto di alta qualità, segnala anche il nome della varietà di oliva con cui è prodotto l’olio, come Coratina o Ogliarola.

LE SIGLE DI INDICAZIONE GEOGRAFICA

Andando ancora più nello specifico, ci sono sigle dedicate ai prodotti agroalimentari che definiscono delle caratteristiche specifiche, stiamo parlando di IGP e DOP. Le sigle definiscono rispettivamente l’indicazione geografica tipica e la denominazione di origine protetta. L’IGP è un riconoscimento di qualità del prodotto e l’assegnazione è legata al territorio di provenienza; mentre il marchio che meglio esplicita la zona geografica con il prodotto finale è il DOP.

CHIAREZZA= MENO TRUFFA

Le etichette devono essere quindi chiare, leggibili, indelebili e integre. La correttezza di queste informazioni è utile per evitare truffe. Non è poco frequente, infatti, sentir parlare di olio contraffatto sul mercato, spacciato come italiano mentre è invece comunitario (quindi prodotto in comunità europea) o di olio indicato come extravergine ma che in realtà non lo è.

IL PREZZO: INDICATORE DI QUALITA’

Sarebbe davvero impossibile trovare sugli scaffali un olio extravergine di oliva 100% italiano a prezzi molto bassi. Un prezzo poco caro potrebbe subito farci capire che l’olio è di dubbia provenienza: forse non è 100% italiano oppure non è prodotto in modo sostenibile per i raccoglitori di olive e probabilmente è un olio da non comprare.