Pasta di mandorle: 5 modi per utilizzarla in pasticceria

pasta-di-mandorle-pasticceria

La pasta di mandorle è l’ingrediente perfetto per molte ricette in pasticceria e gelateria per regalare autenticità e gusto a creme, gelati e dessert. La possibilità di poterla utilizzare tutto l’anno regala un sapore autentico in ogni momento. Grazie al suo sapore caratteristico, rimanda subito all’idea della tradizione dei dolci tipici italiani, o meglio pugliesi e siciliani, ecco perché la qualità della materia prima deve essere eccellente.

COME UTILIZZARE LA PASTA DI MANDORLE IN 5 MOSSE

1.IN PASTICCERIA

La pasta di mandorle è un ingrediente dall’altissimo potenziale. L’aroma naturale dato dalla mandorla, unico ingrediente di questo prodotto, è ideale per esaltare dessert come cassate, mousse, semifreddi e bavaresi ma anche creme e ganache.

Nella preparazione di pasta reale e marzapane, grazie alle sue caratteristiche, si esprime regalando intensi profumi e sapori raffinati. In abbinamento a marmellate e confetture è ideale per la farcitura di croissant e panettoni. Nella realizzazione di biscotti e prodotti da forno conferisce delicatezza nei sapori e croccantezza all’impasto, grazie alla elevata presenza di olio di mandorla.

2. IN GELATERIA

La pasta di mandorle è ideale in gelateria come base e come semilavorato per la produzione di gelato e granite artigianali. Grazie alla praticità d’uso e agli aromi autentici, aggiunge un tocco in più al prodotto finale in maniera del tutto naturale. Data la sua consistenza fluida, viene dosata nella preparazione di base del gelato durante la mantecazione per conferire al prodotto finale un gusto unico caratterizzato dal sapore dolce e delicato piacevole al palato. Capace di travolgere i sensi per la sua freschezza e corposità, il gelato alla mandorla, è un classico senza tempo. Ottimo così com’è o con abbinamenti dolci, come il cioccolato fondente, stupisce accostato a piatti dal sapore più deciso, come un carpaccio di scampi.

3. PRODOTTI DA FORNO

Biscotti, torte, muffin e pasta frolla. La pasta di mandorle,

grazie alla forte presenza proteica e di fibre, consente la preparazione di svariati preparati da forno, garantendo lievitazioni, croccantezze ed ariosità. La pasta di mandorle è perfetta anche per la preparazione del pane, a cui è possibile abbinare altri ingredienti, un esempio è il pane al rosmarino o pan brioche.

4. CIOCCOLATINI E CREMINI

I cioccolatini o cremini con tenero cuore alla mandorla, sono un eccellente dopo pasto che abbina l’amarezza del cioccolato alla dolcezza e all’aroma di un piacevole ripieno. La pasta di mandorle si presta benissimo alla realizzazione del ripieno, abbinato anche a frutta candita regalando un sapore ricco ed incomparabile.

5. LA VERSIONE SALATA

Ingrediente per la preparazione di pesti ed hummus di legumi. Ottimo impiego nella panificazione e nella preparazione di lievitati come pizze e focacce. Perfetta in abbinamento a pomodori secchi, olio o yogurt è la base per la preparazione di salse per il condimento di insalate, carni e pesce.

Da provare su verdure grigliate e su prosciutti crudi stagionati.

PERCHÉ LA PASTA DI MANDORLE DONNA FRANCESCA È DIFFERENTE

La nostra idea è sempre stata quella di creare un prodotto unico: una pasta di mandorle realizzata esclusivamente con mandorle Filippo Cea sgusciate, 100% italiane, una caratteristica che offre una garanzia aggiuntiva di tracciabilità e di pregio. La qualità della materia prima permette di ottenere un prodotto dal sapore autentico e ben definito senza aggiunta di additivi, conservanti e coloranti. Le mandorle sgusciate, tostate e lavorate finemente a bassa temperatura, diventano una pasta dalla consistenza omogenea e cremosa color avorio dall’aroma intenso. Il gusto delicato ed armonioso è dovuto alla delicatezza degli oli della mandorla, con la particolarità della presenza della pellicina, esaltata dalla sua tostatura che regala sentori di caffé, orzo e frutta secca.

 

SCOPRI LA PASTA DI MANDORLE

  • Pasta di Mandorle Integrale

    Valutato 0 su 5
    8,90
    Aggiungi al carrello

Iscriviti alla nostra newsletter

Condividi questo articolo